VOLEVO CONTINUARE A PARLARE DI INTEGRAZIONE E COMMENTARE LA PROPOSTA DI PISAPIA CHE VUOLE INSTAURARE UN SALARIO MINIMO EUROPEO. INUTILE DIRE CHE SONO D’ACCORDO MA CON PARECCHI MA …… NE PARLERO ‘IN SEGUITO, PERCHE’ OGGI 25 APRILE, ESSENDO IO FIGLIO D UN EX PARTIGIANO BADOGLIANO (CHIAMAVANO COSI ‘CON DISPREZZO I TOGLIATTIANI MIO PADRE E TUTTI QUELLI CHE NON AVEVANO COMBATTUTO PER I ROSSI) E DELLA FIGLIA DI EX FUNZIONARIO FASCISTA (MIO NONNO AVEVA ADERITO DA SUBITO AL PNF) RAPPRESENTO QUELLE PERSONE CHE IN ITALIA SONO LA MAGGIORANZA CHE NON STAVANO TUTTE DALLA STESSA PARTE. INOLTRE DUE CUGINI PRIMI DI MIO PADRE, CHE PIU ‘CHE CUGINI ERANO FRATELLI, PASQUALE E STEFANO FIGUCCIO MILITAVANO TRA I ROSSI E MORIRONO PER QUESTA LORO FEDE. QUINDI NELLA MIA FAMIGLIA C’ERA DI TUTTO: DEMOCRATICI, COMUNISTI E FIGLIA DI FASCISTA VERO. MANCAVANO DEI VERI COMUNISTI E DEGLI ANARCHICI, PERCHE ‘SIA BEN CHIARO UNA VOLTA PER TUTTE, I TOGLIATTIANI E GLI STALINISTI NON SONO COMUNISTI, BASTEREBBE DIRE CHE PROFESSAVANO IL COMUNISMO IN UN PAESE SOLO CHE DOVEVA DIVENTARE LA GUIDA PER GLI ALTRI. DIRE COMUNISMO IN UN PAESE SOLO E GUIDA DEGLI ALTRI PAESI E ‘UN OSSIMORO!

COME POTEVANO CONVIVERE UN BADOGLIANO E UNA FIGLIA DI FASCISTA INSIEME: “PERCHE ‘I BADOGLIANI UN PO’ FASCISTI LO ERANO” – DIRANNO I SOLITI STALINISTI TOGLIATTIANI. NIENTE AFFATTO PERCHE ‘MIO PADRE ANDAVA D’ACCORDO ANCHE CON I SUOI ​​CUGINI, UNA CUI VOLEVA UN MARE DI BENE. E ALLORA: INNANZI TUTTO PERCHE ‘SI VOLEVANO BENE, QUESTO VA DETTO PERCHE’ IN ITALIA IL VOLESOME BENE FA ASCOLTO; POI PERCEHE’I MIA MADRE, VIENI AVVIENE DA SEMPRE AVEVA AMMESSO CHE IL FASCISMO AVEVA SBAGLIATO, CHE SUO PADRE LO ERA STATO ANCHE COERENTEMENTE MAGARI MA PER SUE CARATTERISTICHE PARTICOLARI. LE LEGGI RAZZIALI, L’ENTRATA IN GUERRA, DIVENTARE FANTOCCIO HITLERIANO ERANO PER LEI COSE CHE ANDAVANO DIMENTICATE E BOLLATE VIENI AL TRADIMENTO DELL’ITALIA. MIO NONNO ERA STATO, PER BUONA FEDE O NO, DALLA PARTE SBAGLIATA, DA QUELLA PARTE CHE, SE AVESSE VINTO, PERMESSO NON AVREBBE LA LIBERTA ‘DI OPINIONE, DI DISSENSO. SE NON CI FOSSE STATO IL 25 APRILE OGGI SALVINI NON POTREBBE ESPRIMERE IL SUO DISSENSO, PERCHE ‘IL REGIME GLIELO VIETEREBBE. ABBIAMO PERSESSO PERMESSO IERI CHE DEI LAZIALI CRETINI E SCIAGURATI ANDASSERO UN INNEGGIARE A PIAZZALE LORETO DOVE IL FASCISMO ESIBIVA LE VITTIME PARTIGIANE DELLA SUA REPRESSIONE, AL POVERO MAESTRO BENITO MUSSOLINI, LA MARIONETTA DI HITLER O, SE VOLETE, AL SUO PASSACARTE.