Il termine fa pensare all’integrazione degli immigrati. La mia risposta è: anche, ma non solo ,. Per integrazione intendo integrare le leggi economiche e politiche dell’Europa. Diciamocelo una volta per tutte: l’Europa è stato fino ad oggi governata dalle destre, in particolare dal popolo popolare di Forza Italia; Angela Merkel viene dall’Est ed è una democristiana. Io sono un europeista convinto, anzi io, in propsettiva, abolirei tuti i confini; ma questo è utopico, anche se di Utopia dobbiamo vivere per guardare alla politica reale.

Partiamo dai salari. I salari sono diversi per ogni stato europeo, la politica economica segue gli interessi delle lobby della finanza. Un’altra Europa è possibile purché si dimentichi questa. Certo non può tuonare contra la Merkel e Macron un fascistissimo come Salvini che vuole tornare anche alle nazioni, bensì alle macro regioni. L’ho definito un fascista ma ho sbagliato è un opportunista che ha capito che cavalcando il malcontento proponendo soluzioni ad esse che contemplino l’hic et nunc, senza un progetto si rifletta un ben remunerato e quando non ci sarà più chi s ‘ è visto s’è visto … lui ha vissuto bene. Credo che un buon pensiero sia considerato l’utopia. Mi spiego: deve fare tre operazioni; la prima valutazione con attenzione l’oggi; valutare come vorrebbe la società lui; vedere il gap che c’è tra l’oggi e la società che vuole e cercare di fare i passi possibili per arrivare alla società sognata. La cosa è vissuta, quindi ad un egoista come Salvini non interessa lui pensa a sue tasche ea vivere bene nel periodo della sua vita, a lui del prossimo non importa niente. Quindi quello è come studiare è studiare quale sono le cose che voglio per l’Europa come la vedo io.

Penso che il primo problema sia quello di integrare i salari. Cosa quasi impossibile perché differenziarmi vuol dire favorire questa o quella nazione, favorire questa o quella lobby: non solo omogeneizzare i salari non tiene conto di come lavoro in nero c’è e di quanto potrebbe essere favorito da una registrazione che amalgamasse in Europa i salari . Non solo e le altre confederazioni: la Cina? Gli Usa? non è mai avvantaggiati.

Questa è una lunga verità sul valore che ha l’internazionalizzazione dei problemi e su quanto sono miopi e scemi i nazionalismi … A meno che non si badi solo all’oggi … fregandocene dei figli o facendo anche un altro ragionamento “se io mi piazzo nella sala dei bottoni, mio ​​figlio non è arrivato niente da temere “oppure” se mio figlio diventa come Ronaldo — “ecco cosa vuol dire pensa e non avere il senso della collettività e del progresso …

Ammettiamo che si incontrino persone di buona volontà. Pensare per nazioni no anche questo contribuisce all’egoismo, questa volta un egoismo  più in grane quello nazionale, ma qui dobbiamo metterci d’accordo su un principio e condividerlo sennò non si va più avanti: tutti gli uomini hanno diritto ad un trattamento uguale se fanno uno stesso lavoro. Se non partiamo dal principio che tutti gli uomini nascono uguali e con uguali diritti il ragionamento non va avanti. Non solo bisogna anche prendere in considerazione il fatto che io lavoro per l’umanità. signor-sì, anche se faccio quello che una volta con disprezzo si chiamava spazzino. Anzi proprio lui oggi contribuisce alla pulizia della terra. Se coltivo il mio giardino lo faccio, per glia altri, per la comunità. Se non accettiamo questi prncii il discorso non può proseguire. Cerchiamo di ragionare su questo per ora poi discuteremo del resto.