NON ME LA SENTO OGGI DI SCRIVERE COSE SERIE!

Come direbbe grande poeta di Palazzeshi: lasciatemi divertire. La stampa che trattano di quelle che Orazio chiama “nugae” cioé bagatelle.

Andiamo per ordine: la prima è una giornata in cui un Castello delle Langhe e che ha per titolo “mister tulipano”. Credo perchè non l’ho visitatat e non ho partecipato che si tratti di distano di tulipani che di questa stagione fioriscono, distesi multicoliri di fiori … deve essere un bello spettacolo. Per tutta la famiglia mamma papà, bimbi (data una carezza ai tuoi bambini – diceva Giovanni XXIII – lo cito perchè fa sempre pubblico il papa) e – udite udite – per amici a quattro zampe.

Family Day: la famiglia del terzo millennio incorpora mamma (rigorosamente donna), babbo (rigorosamente uomo), figli (possibilmente una coppietta maschile e femmina, ma anche più di due, tutti quelli che il buon dio manda , contraccezione vietata, sinché babbo ce la fa e mamma è fertile …), ma si aggiunge anche il cane che, se maschio, i problemi alla moralità li dà perchè il cane maschio è bisessuale e ai bimbi un buon esempio non lo da. Il cane si accoppia tanto coi maschi e colle femmine Bisognerà che questo problema mi risolvono i teorici del Family Day. Un cane, se maschio, può far parte della famiglia? Che poi se è femmina anche lei non è che sia tanto educativa, si fa ingroppare da tutti, mica come mamma santa che si fa ingroppare dal solo babbo e solo per fare figli, non certo per concupiscenza. Insomma un bel problema quello degli amici a quattro zampe, senza contare che si mangiano anche la cacca. Insomma amici magari sì, ma proprio barbari. Li posso accettare in famiglia? Chied alla Meloni ea Salvini.

La seconda notizia. Alessandro Del Piero – lo ricordate il numero dieci della Iuve, eroe calcistico del Nord Est, ma emigrato al Nord Ovest nella squadra dei monarchi di Torino – apre a Milano – la capitale economica d’Italia – un ristorante che con poca fantasia ha chiamato, dal suo numero, 10. Faccio due riflessioni, una parte per il milanisti, Suarez per gli interisti; una parte che 10 per eccellenza in Italia era, sarà e sarà Valentino Mazzola del grande Trino, per i romanisti Totti, per i napoletani Maradona e per noi sampdoriani Mancini; una parte il relativismo del numero 10 che non è per tutti con Del Piero; grazie per aver lavorato nel ristorante, lo è anche per Del Piero? Secondo:

Su questo ho riflettuto oggi perchè non ho voglia di pensare a cose serie. Scusatemi