Bio

Sono “nato sotto il segno dei Pesci” – come canta un noto pensatore contemporaneo…Antonello Venditti, il 20 marzo 1948, a Savona ridente cittadina ligure (cosa avrà mai da ridere!). Mi dicono anche che sia una cuspide; questo fatto un tempo lo ritenevo un insulto, poi mi hanno detto che in astrologia vuol dire ultimo giorno del proprio segno zodiacale. Quando l’ho saputo mi sono tranquillizzato. Sino alla maturità Classica conseguita al Liceo “G. Chiabrera” di Savona ho vissuto in pochi chilometri quadrati perché avevo le scuole tutte vicine. Ho cominciato a viaggiare nel 66 con l’alluvione di Firenze. Sono stato per il periodo delle feste natalizie di quell’anno a spalare a Firenze. È l’unico periodo in cui ho fatto un lavoro faticoso! Poi ho viaggiato – si fa per dire – per laurearmi. Andavo al “Genuense Athenaeum” e lì mi sono laureato in lettere classiche. Se è per questo poi nel 79, poco prima della morte di mio padre, per far piacere a lui mi sono specializzato in Filologia Classica. Ho vissuto una vita normale, intendendo per norma che mi sono sposato con una donna, ho avuto un figlio mio, ho insegnato al Liceo Classico- Scientifico Calasanzio di Carcare. Gli ultimi 5 anni dal 2000 al 2005 ho lavorato invece al Liceo Scientifico Grassi di Savona. Avevo anche un hobby, il basket, ho fatto l’allenatore sino al 1982 e ho anche vinto un torneo Regionale Ligure Cadetti si chiamavano allora, under 18 credo si chiamino oggi. Poi grazie a Fabio Fazio ho fatto l’autore televisivo. Tutte le trasmissioni che ho fatto le cito nel mio libro, in cui racconto, in maniera divertente e non cattedratica la mia vita davanti e dietro i teleschermi. Il libro a cui tengo molto, perché ho dedicato molto tempo si intitola “Il lato B della cultura: la TV” e parla dei miei mestieri che ho citato. Comunque diciamo che la trasmissione che mi ha dato è “Quelli che il calcio”, ma ho realizzato anche “La Piscina”, ho ideato “Diritto di replica” con Luigi Surdi che tante belle trasmissioni citate nel mio libro. Nel 2004 poi, Augusta Molinari, presidente del Corso di Laurea n Comunicazione mi ha invitato a partecipare come contrattista ai corsi per insegnarvi con Carlo Freccero Spettacolo e Televisione. Ho insegnato lì, grazie a lei sino a quest’anno. In genere le biografie finiscono con l’anno di morte, ma, c’è un problema, io sono ancora vivo. Quando succederà l’ultimo e definitivo evento vi avviserò